Azzorre, le isole d’acqua e fuoco – Chicas

Azzorre, le isole d’acqua e fuoco

isole azzorre

L’arcipelago delle Azzorre, si trova nel cuore dell’Oceano Atlantico, a metà strada tra Lisbona e New York.Nove isole di origine vulcanica che offrono paesaggi di straordinaria bellezza disegnati da grotte, caldere, laghi color smeraldo dentro ad antichi crateri, maestose montagne che per le loro enormi valenze geologiche e naturali, le isole Azzorre sono riconosciute come Geoparco dall’UNESCO.

Sao Miguel, Terceira e Faial rappresentano gli approdi principali nell’arcipelago e, indubbiamente, le località di maggior interesse e quelle meglio organizzate anche per quanto riguarda la ricettività alberghiera. A 30 minuti di battello da Faial si trova la bellissima isola di Pico. Flores può essere raggiunta in aereo da Terceira o da Sao Miguel.

Santa Maria, la scelta migliore per chi desidera una vacanza balneare, viene chiamata anche Isola del Sole per il suo clima caldo e secco. Santa Maria è rinomata per la costa frastagliata, con alte rocce e le baie dalle acque calde e cristalline, come quelle di Cré, di Raposo e di Tagarete, che proteggono belle spiagge dalla sabbia chiara bagnate dal mare tiepido come la baia di Maia e S.Lourenço e la splendida Praia Formosa uno dei posti migliori per fare surf.

isole azzorre portogallo

L’area delle Azzorre è uno dei migliori habitat naturali del mondo per tutti i cetacei. I delfini sono sempre presenti in questa zona e si avvicinano all’uomo con grande curiosità. Anche alcune specie di balene sono stanziali, ma da marzo a settembre la popolazione è particolarmente numerosa per la presenza di specie migratorie. Non è neanche raro avvistare orche. In tutte le isole sono presenti aziende specializzate il whale watching (avvistamento balene), attività in mare aperto che consente ai turisti di avvicinarsi alle balene in totale sicurezza ed è un escursione assolutamente irrinunciabile.

Le strutture ricettive non sono moltissime, i servizi sono buoni ma pochi e la richiesta in costante aumento.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*