Cartina: le scarpe in carta riciclata

scarpe cartina

Parole come ecologia e bellezza non sono più lontane come un tempo. Le scarpe Cartina sono le prime scarpe in carta riciclata ad abbinare l’etica ambientale ad un estetica fresca e giovanile.

Scarpe Cartina: scarpe in carta riciclata

Per quanto possa sembrare strano pensare ad una scarpa in carta riciclata come a qualcosa di resistente e comodo, le scarpe Cartina stupiscono il mondo della moda con il loro materiale innovativo e cruelty free. Questo approccio moderno si differenzia abissalmente dalle controproposte del mercato in quanto solo un’azienda proiettata verso il futuro può pensare attivamente a come preservare la purezza ambientale, evitando di inquinare ulteriormente con materiali difficilmente biodegradabili.
Il marchio Cartina vuole proporsi come un sostitutivo della pelle,
prodotto con materiali riciclati e riciclabili, nel pieno rispetto della sostenibilità ambientale.
E questo andrebbe a discapito della comodità? Assolutamente inesatto. Esse mantengono intatte le caratteristiche di qualsiasi calzatura.
Le scarpe Cartina hanno superato numerosi test di longevità e resistenza, per donare affidabilità e consapevolezza all’acquirente.

Scarpa Cartina

Scarpe Cartina: la moda a portata di piede

Oltre a un’essenza profonda e significativa, la linea Cartina si presenta coerente con gli ultimi trend della moda.
Per apparire senza disdegnare l’essere.
I tessuti Cartina sono personalizzabili, per soddisfare le esigenze più particolari del clienti e rendere uniche le proprie scarpe.
Senza contare l’ulteriore scelta di individualizzazione tecnica che permette di scegliere grammatura, trama e tipologia di tessuto.
Un sogno ad occhi aperti per chiunque sia alla ricerca di una scarpa rappresentativa e in linea con il proprio modo di essere.
Tramite la collezione tessuti è già possibile badare ad una prima presentazione in grado di solleticare la fantasia e mettere in moto la creatività.
La rivoluzione delle scarpe è in atto e Cartina ne presenta le condizioni.
L’unico dubbio è sulla forma delle calzature adottata dal brand. La categoria primaria è infatti quella sporty e casual ma si spera che in futuro ci possa essere una più ampia scelta, specialmente per le clienti donne.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*