Come riconoscere una borsa contraffatta

Alcuni semplici accorgimenti per riconoscere se una borsa è falsa oppure è originale

come riconoscere borsa

Una borsa originale in base al marchio può arrivare a costare anche migliaia di euro e che delusione scoprire poi nel tempo che si è trattato di un falso, magari di qualità, ma pur sempre falso. Ecco come riconoscere una borsa vera da una contraffatta.

Occhio al prezzo e al luogo di vendita
Un primo elemento discriminante è di sicuro il prezzo, una borsa falsa può costare poche decine di euro o avere un prezzo vicino alla borsa originale, ma solitamente più basso. Meglio stare attente quando propongono un affare, a meno che non stiano vendendo una borsa usata (dopo aver opportunamente informato il cliente), potrebbe trattarsi di un falso. È bene essere vigili anche con il mercato dell’usato, o vintage, anche in questo caso potrebbero spacciare prodotti falsi per originali, infatti, l’usato di lusso ha comunque un certo valore e prezzo. Ovvio che per le borse di 10-20 euro, comprate nei mercatini, neanche dovrebbe sorgere il dubbio sulla non originalità, nessuno stilista darebbe la licenza per vendere i prodotti in strada.

Spirito di osservazione a portata di borsa
Nelle imitazioni vengono copiati e riprodotti quanti più dettagli possibili: dalle etichette, ai materiali, ma spesso a tradire è la lavorazione, ad esempio le cuciture, che non devono essere asimmetriche o comunque di scarsa qualità. Quindi un’attenta analisi visiva dovrebbe aiutare a riconoscere una borsa vera da una falsa, ad esempio a volte manca una lettera nel marchio e Cartier diventa Carter.
Anche i materiali sono importanti: il pellame deve essere morbido, il cuoio deve avere il tipico odore di tale materiale, gli interni devono essere curati. Il colore della borsa deve essere omogeneo, variazioni cromatiche molto evidenti potrebbero nascondere un falso.

Resistere alla tentazione dello shopping sfrenato
Quando si desidera comprare una borsa firmata è meglio non lasciarsi andare allo shopping sfrenato, a meno che non si conosca perfettamente il venditore e ci si fidi ciecamente. Il consiglio è di osservare bene la borsa, magari fotografarla, poi tornare a casa ed informarsi sulle caratteristiche che dovrebbe avere, ad esempio se è presente un numero di serie e dove lo stesso viene collocato dalla casa produttrice.

Quando si decide di comprare, è necessario chiedere al venditore il certificato di autenticità e se è possibile cambiare la borsa nel caso in cui ad una più attenta valutazione dovessero riscontrarsi difetti. I grandi marchi cambiano i prodotti anche per difetti molto lievi e appena percettibili, a meno che non possano essere considerati non come difetti, ma segni di lavoro artigianale e che non compromettono la qualità e l’estetica. In questi casi però è presente un avviso nella garanzia di autenticità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*