Come scegliere la giusta taglia di reggiseno

Vediamo come scegliere la giusta taglia di reggiseno in base a qualche semplice suggerimento

scegliere taglia reggiseno

Eterno simbolo di sensualità e femminilità, il seno deve essere valorizzato dal reggiseno che va scelto adeguatamente per forma, coppa, utilizzo, ma soprattutto taglia.
Scegliere una taglia di reggiseno scorretta, infatti, potrebbe non solo arrecare fastidi al torace e alle spalle, ma minimizzare anche la bellezza del seno. Vediamo come sceglierlo in base a qualche piccolo semplice suggerimento.

Fascia e coppa hanno due misure diverse
Si parta dal presupposto che anche una donna con il torace molto piccolo e stretto può avere un seno dalla coppa parecchio abbondante, così come una donna dal torace largo può trovarsi con un seno dalla coppa media o addirittura piccola.
Proprio per questo motivo, lunghezza della fascia e dimensione della coppa non vanno di pari passo, nè sono proporzionali; piuttosto si può tranquillamente affermare che queste due misure sono completamente slegate l’una dall’altra e cambiano da donna a donna.
Sarà quindi necessario misurare con un centimetro da sartoria la larghezza toracica (facendo passare il metro subito sotto i seni) e poi la coppa (facendo passare invece il centimetro sopra i seni, all’incirca all’altezza dei capezzoli), sottraendo ad essa la misura del torace. Infine si confronterà il risultato ottenuto con una tabella universale, che permetterà di decifrare la propria misura di coppa.

Come individuare un reggiseno troppo grande o troppo piccolo
Una volta individuata matematicamente la propria taglia di reggiseno, sarà importante verificare che praticamente corrisponda a realtà. Ci sono infatti altre varianti, come la diversa forma del seno, che potranno comunque incidere sulla vestibilità di un reggiseno, seppur di taglia corretta.
In genere, una volta indossato, sarà possibile capire se la dimensione della coppa e della fascia precedentemente misurate, corrispondono effettivamente a quelle di cui il seno ha bisogno.
Un seno strizzato verso l’alto che forma protuberanze segnate dal bordo superiore del reggiseno, sarà sicuramente costretto in una misura più piccola del necessario, così come una fascia troppo stretta lascerà segni visibili attorno al torace e sulle spalle.
Un reggiseno troppo largo, invece, non riuscirà a sostenere adeguatamente le mammelle che potrebbero apparire cadenti e svuotate, mentre la fascia tenderà a creare sulla schiena un arco, indice che non riesce a sostenere il peso anteriore del seno.

Una volta individuata la corretta taglia di reggiseno, sarà notevolmente visibile la differenza, sia in vestibilità che in comodità, oltre che in bellezza estetica.
Un reggiseno della giusta taglia riuscirà a sostenere e sollevare qualsiasi dimensione e forma.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*