Coppetta mestruale, cosè e come sceglierla

Coppetta Mestruale

Anche se può sembrare una nuova invenzione, la coppetta mestruale è stata brevettata nel 1932, intorno allo stesso periodo in cui furono introdotti i tamponi ma, essendo riutilizzabile, i produttori non la vedevano come una fonte di profitto al pari degli assorbenti usa e getta.

La coppetta per mestruazioni è un dispostivio igienico per la raccolta del flusso mestruale costituita da un materiale flessibile da inserire all’interno della vagina durante le mestruazioni. Il sangue, anziché essere assorbito, viene raccolto in una coppetta con uno stelo alla base che facilita l’inserimento e la rimozione; una volta rimossa, la coppa deve essere svuotata, lavata e riutilizzata.

Vantaggi della coppetta mestruale

È sorprendente che le coppette mestruali non siano molto popolari, dati i numerosi vantaggi che includono:
– comodità: la coppa mestruale può essere indossata fino a 2-3 volte più a lungo di un tampone ed è pertanto indicata anche di notte e quando non si dispone di un accesso immediato al bagno.
– salute: a differenza di altri prodotti per l’igiene femminile, la coppetta mestruale non contiene sostanze nocive, non è associata alla sindrome da shock anafilattico, non provoca secchezza, è costituita da materiale anallergico e impedisce la formazione di cattivi odori;
– economicità: la coppetta mestruale è una spesa una tantum che permette di risparmiare nel lungo periodo; se conservata in modo appropriato, può infatti durare fino a 10 anni.
– sostenibilità ambientale: essendo riutilizzabile, la coppa per mestruazioni contribuisce a ridurre i rifiuti, azzerando l’impatto ambientale.
Gli inconvenienti sono pochi e riguardano il dover avere una maggior confidenza con la propria anatomia femminile e la manutenzione che comporta la sterilizzazione della coppetta dopo ogni ciclo facendola bollire prima di riporla.

Come scegliere la coppetta mestruale

Scegliere la coppetta per mestruazioni più adatta al proprio corpo non è sempre facile; se si vuole fare un acquisto oculato, ci sono alcuni fattori da considerare.
Pur considerando la soggettività femminile, le donne di età inferiore ai 30 anni che non hanno mai partorito per via vaginale dovrebbero scegliere una coppetta più piccola, mentre quelle oltre i 30 anni che hanno avuto un parto vaginale dovrebbero indossare la taglia più grande.
Anche la posizione della cervice può svolgere un ruolo determinante nella scelta della coppetta mestruale: una cervice alta richiede una coppetta più lunga, mentre una bassa richiede una coppa più corta.
Le donne con un flusso pesante dovrebbero scegliere una coppetta mestruale più capiente per non doverla svuotare troppo spesso.

Coppetta Mestruale
Per quanto riguarda i materiali, il silicone medicale è il più durevole ed è meglio tollerato rispetto al lattice e al TPE. Le coppette mestruali devono essere rimosse ogni 2-4 ore in caso di ciclo abbondante, ogni 4-6 se il flusso è medio e ogni 10-12 in caso di flusso leggero.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*