Coregasm: che cos’è?

coregasm

Coregasm è la ginnastica dell’orgasmo femminile!  Una manna dal cielo per tutte quelle donne stanche di andare in palestra, sudare, faticare e provare i dolori classici dell’allenamento.

Cosa bisogna farsene di muscoli tonici se non si è soddisfatte a letto?

Proprio questo è l’interrogativo posto da Debby Herbenick che, con un libro, spiega quali esercizi stimolano i genitali femminili e come farli nel modo giusto.
Non è una trovata pubblicitaria ma un metodo fisico comprovato, basato su un mix di yoga, ciclismo, arrampicata e corsa.
In fondo è logico, l’orgasmo è provocato da stimoli esterni che si legano a dei punti nervosi specifici, situati nella vagina e nel clitoride, e se opportunamente stimolati riescono a provocare un orgasmo nella donna.
Perché quindi non allenare in modo mirato queste parti, permettendo di unire l’utile al dilettevole?
Sembra strano ma non è, a giudicare dal 10% di donne che confermano di aver provato questo metodo e di aver raggiunto il risultato prefissato.

Come è strutturato un allenamento coreorgasm?

Come qualsiasi allenamento fisico ci sono delle regole da seguire per poter ottenere un buon risultato.
Dopo una prima fase di riscaldamento, c’è una prima parte cardio, solitamente trenta minuti, per svegliare il cervello e renderlo più reattivo agli stimoli, seguita da una parte con dei pesi, per sfiancare i muscoli ed elasticizzarli.
La seconda fase è quella decisiva in cui si raggiunge l’orgasmo, o almeno così dovrebbe essere.
Qualora non si riuscisse, non bisogna gettare la spugna né sforzarsi eccessivamente. Meglio optare per uno stretching finale e riprovare in un secondo momento.
Attenzione: l’intento non è quella di allenare i muscoli raggiungendo l’orgasmo in un rapporto sessuale postumo ma di raggiungere l’orgasmo nello stesso momento in cui ci si allena!
Secondo la scrittrice, più ci si allena e più si sforzano i muscoli maggiore sarà la probabilità di raggiungere il piacere.

Com’è l’orgasmo da coreorgasm?

Le donne lo indicano come un piacere diverso, nasce come una sensazione di calore inguinale che si espande lentamente verso l’ombelico per poi raggiungere, tramite le cellule nervose, il cervello.
Inizialmente sembrerà di non provare nulla, ma solo gradualmente e imparando a captare questo piacere così sottile è possibile stimolare il corpo, intensificare l’orgasmo e godere più a lungo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*