Meglio lo zucchero raffinato o di canna?

Meglio zucchero raffinato o di canna?

Quello dello zucchero è un argomento sempre in primo piano in tema di benessere ed alimentazione. Molte le varietà possibili da trovare in commercio, così come molte sono le linee guida dei nutrizionisti e le correnti di pensiero circa il suo utilizzo.

Qualsiasi tipologia di zucchero scegliate resta comunque fondamentale la regola del buonsenso ottimizzandone il consumo giornaliero. Fra gli zuccheri più conosciuti e di uso comune troviamo quello raffinato e quello di canna, scopriamo insieme le differenze.

Lo zucchero bianco raffinato è principalmente estratto dalla barbabietola da zucchero, di provenienza solitamente nazionale. E’ il risultato di una lunga catena di trasformazione, subisce infatti fasi di cristallizzazione, centrifugazione ed evaporazione fino ad ottenere granelli piccolissimi e non escludendo l’uso possibile di additivi. A causa degli stadi di lavorazione cui è sottoposto, lo zucchero bianco è essenzialmente privo degli elementi nutrizionali come vitamine e sali minerali inizialmente presenti nella radice della barbabietola. Leggermente più calorico, 392 kcal/100 grammi per lo zucchero raffinato.

Lo zucchero di canna deriva invece dalla canna da zucchero, si presenta con una colorazione scura dorata dovuta alla presenza di melassa, è ottenuto da una pianta di origine tropicale, fra i maggiori produttori troviamo il Brasile e molti paesi dell’Asia e del sud America. Caratterizzato da un aspetto granelloso con cristalli di forma regolare lo troviamo generalmente in zollette o in granuli. Nello zucchero di canna, visti i processi di essiccazione e raffinazione più moderati, la quantità di minerali e vitamine è presente in minime parti. Dal punto di vista delle calorie una piccola differenza per lo zucchero di canna 377 kcal/100 grammi.

   

Per te è meglio lo zucchero raffinato o di canna?

VS

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*