Metabolismo basale

metabolismo basale

Il metabolismo è il processo attraverso cui l’organismo recupera dal cibo le calorie necessarie per vivere. Il metabolismo basale, indica la quantità di energia, ovvero le calorie, di cui il nostro corpo a bisogno per funzionare.In una persona non affetta da particolari malattie o patologie il metabolismo basale è pari a circa il 75% del dispendio di energia, questo diminuisce con il passare degli anni, arrivando a calare di circa l’8% ogni decennio, praticare regolarmente attività fisica, aiuta a ridurre questa percentuale.

Come si calcola il metabolismo basale?
Per il calcolo esistono differenti tabelle, che si basano ciascuno su una formula specifica.
Le più utilizzate sono la tabella di Harris/Benedict per il calcolo del metabolismo basale femminile:
655,1 + (9,563 x kg) + (1,850 x cm) – (4,676 x anni) mentre per quello maschile (13,75 x kg) + (5,003 x cm) – (6,775 x anni)
e quella di LARN per l’età compresa tra i 18 e i 29 anni: 14,7 x Kg + 496, mentre per l’età compresa tra i 30 e i 59 anni il calcolo è: 8,7 x Kg + 829

Come possiamo intuire, il metabolismo basale è direttamente proporzionale a peso, altezza ed età e varia a seconda del genere. Per le prime due varianti, il calcolo indica che più siamo magri, meno avremo bisogno di calorie.
Nel caso dell’età, si può dire a grandi linee che con il passare degli anni il metabolismo rallenta.
Per peso e altezza, inoltre, vale il principio per cui “più massa corporea si ha, più combustibile sarà necessario per sostenere gli organi”.

È importante sottolineare come ognuno abbia il proprio metabolismo per cui negli uomini è più alto che nelle donne, per via di una maggiore massa muscolare. Aumenta all’aumentare del peso. Inoltre, a parità di peso è maggiore nei soggetti più alti.

Una buona restrizione calorica non dovrebbe mai scendere al di sotto dei valori richiesti dal metabolismo basale perché altrimenti nel corpo scatta un allarme e inizia una sorta di autocannibalismo, nei confronti della massa muscolare. Inoltre, si avverte un senso di stanchezza, il cuore si indebolisce, le ossa diventano più fragili, ci si ammala più facilmente, cala la capacità di concentrarsi e si ha sempre sonno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*