Motivi per cui il ciclo può essere in ritardo

Motivi per cui il ciclo può essere in ritardo

Nel caso in cui ci si accorga che il ciclo possa venire in ritardo non è necessario preoccuparsi immediatamente: è bene innanzitutto conoscere quali sono le cause che possono determinare ritardi per poter poi sapere come comportarsi.

Diversi fattori alla base dei ritardi del ciclo

Un ritardo nel ciclo può far preoccupare notevolmente le donne, soprattutto quelle che portano il conteggio e notano una certa regolarità. Lo stress è sicuramente uno dei motivi principali, ecco perché non è necessario allarmarsi se i ritardi avvengono in periodi in cui si è sottoposti ad intenso studio, lavoro o altri impegni. Questo perché in circolo si avranno scarse quantità di gonadotropine, gli ormoni che fanno sì che possa aver luogo l’ovulazione. Anche l’ansia può influire, così come l’essere sovrappeso o sottopeso, fattori che possono determinare scompensi metabolici importanti.

Malattie o farmaci: ecco perché fare attenzione

Un ritardo nel ciclo mestruale può essere il segno importante di una malattia o di un disturbo presente nell’organismo. Anche una semplice influenza può determinare dei ritardi, così come altri problemi di salute. Ma sicuramente possono avere influenza sull’intervallo temporale tra un ciclo ed un altro anche nuovi farmaci che vengono assunti. Nel caso in cui si assumono farmaci nuovi e si nota un ritardo nel ciclo è sempre bene far riferimento all’assistenza del proprio medico di fiducia o del farmacista. Attenzione anche alla pillola anticoncezionale che può determinare fluttuazioni ormonali in circolo.

Altre cause che possono causare ritardi del ciclo

Non è necessario andare subito nel panico nel momento in cui ci si accorge che si ha un ritardo nel ciclo. La prima cosa da fare è calmarsi e vedere se si è fatto il giusto conteggio dei giorni: alla base potrebbe esserci un errore di calcolo. Altrettanta attenzione va posta a casi come quello della sindrome dell’ovaio policistico che determina dei cambiamenti nelle concentrazioni di ormoni nell’organismo. In questo caso è sempre bene affidarsi alla consulenza di un medico esperto che sappia consigliare il meglio. Altro fattore da non sottovalutare e da tenere in considerazione soprattutto per le donne che superano i 35-40 anni è quello della menopausa. Non sono rari i casi di donne che vanno in menopausa anticipata, ecco perché la mancanza di ciclo potrebbe solo esserne la prova. Anche i cambi di abitudini possono influire sull’intervallo tra un ciclo ed un altro, ecco perché è inutile spaventarsi se effettivamente si è cambiato stile di vita o anche città o abitudini durante la giornata. Basterà semplicemente riadattarsi e tutto tornerà alla normalità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*