Rimedi naturali contro il raffreddore

rimedi naturali raffreddore

Seguendo il saggio detto che prevenire è meglio che curare, il modo migliore per imporsi sul raffreddore, sarebbe quello di non prenderlo. Facile, difficile? Vediamo un pò!

Il raffreddore propriamente detto, è l’affezione virale più leggera e comune. Va distinto dall’influenza, che è un’infezione delle vie respiratorie più seria. L’uno e l’altra vanno curati in modi diversi, ma il segreto per prevenirli è lo stesso: rafforzare il proprio sistema immunitario. Il che si ottiene con l’assunzione di vitamina C (le spremute di agrumi fanno miracoli), dieta ricca di verdure e povera di dolci, nonché esposizione al sole per favorire la sintesi della vitamina D. Una passeggiatina di mezz’ora al giorno nelle ore centrali della stagione invernale, sarà già sufficiente. Evitare, per quanto possibile, luoghi chiusi e affollati con gente che starnutisce e tossisce, è un’altra bella prevenzione. Così come lo è cambiare spesso aria alla propria stanza: non è il freddo, infatti, che causa il raffreddore, ma, appunto, un virus. Come rimediare, però, se il raffreddore ci ha già assalite?

I balsami contro il raffreddore

Per nostra fortuna, esistono tanti rimedi naturali ai quali possiamo ricorrere.
L’eucalipto è un nostro grande alleato nella battaglia contro i sintomi del raffreddore. L’olio essenziale contenuto nelle sue foglie, è balsamico, decongestionante e favorisce l’azione espettorante. Può essere usato, quindi, per preparare ottimi suffumigi. Metterne alcune gocce nella vaschetta del termo, poi, umidifica l’aria, favorendo così il sonno notturno. Altra pianta aromatica dalle potenti capacità decongestionanti è il timo, arbusto legnoso che cresce spontaneamente lungo le coste mediterranee, molto usata in cucina. Poche gocce del suo olio essenziale in un tegame d’acqua bollente, e poi, possiamo respirare profondamente i vapori benefici che se ne sprigionano.

Un aiuto dalla dispensa della cucina contro il raffreddore

Il rizoma dello zenzero è un vero toccasana, non soltanto per le affezioni alla gola, ma anche per i raffreddori. Le modalità per assumerne le varie proprietà curative, tra le quali quelle contro il raffreddore, sono molteplici. Se ne può mangiare direttamente una fettina al giorno (il sapore è particolare e decisamente piccante: alcune ne vanno pazze, altre non riescono a sopportarlo), oppure farne una balsamica tisana, o anche uno sciroppo, o ancora sfruttarne l’olio essenziale per fumenti o unguenti. L’echinacea si trova anche in forma di pastiglie ed è considerata uno dei migliori integratori allo scopo in commercio. L’aglio, per le sue caratteristiche antivirali e antibatteriche, può essere d’aiuto, così come anche miele e limone.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*