Sesso in auto: le posizioni migliori

Sesso in auto

Per tantissime coppie, soprattutto per quelle più giovani, l’automobile rappresenta l’unico nido d’amore, dunque scoprire quali sono le migliori posizioni da praticare in auto è davvero interessante.L’auto, per quanto possa offrire solo degli spazi angusti, consente di poter scegliere tra diverse posizioni, dunque non è detto che le coppie che vivono in questo modo la loro intimità debbano limitarsi alle posizioni più semplici.

L’uomo seduto, e la donna su di lui

La posizione più classica da praticare in auto, non c’è dubbio, è quella in cui l’uomo è seduto e la donna è sopra di lui.
Questa posizione è effettivamente perfetta per fare l’amore in uno spazio ristretto quale quello dell’auto, e si può eseguire indistintamente sia con lo schienale alto che inclinato.
La scelta, da questo punto di vista, è soggettiva, una soluzione ottima tuttavia è sicuramente quella di piegare leggermente lo schienale, senza esagerare, in modo che la comodità sia impeccabile senza che i corpi e i visi divengano troppo distanti.
Se si opta per questa posizione può essere un buon suggerimento quello di preferire il sedile del passeggero a quello del conducente: lo sterzo, infatti, può essere d’intralcio, soprattutto nelle vetture più piccole.

Distesi l’una di fronte all’altro

Una posizione che può assolutamente essere praticata in auto è inoltre la seguente: distendendo al massimo lo schienale di uno dei due sedili anteriori, preferibilmente quello del passeggero, in modo da avere più spazio, i due partner possono distendersi l’uno di fronte all’altro.
Questa posizione è molto intima e romantica, in quanto i due corpi sono vicinissimi tra loro, e non può che essere piacevole se l’uomo cinge la sua lei con le sue braccia: la sua forza sarà utile anche per rendere più agevoli i movimenti e per accentuare il reciproco piacere.

Far l’amore sui sedili posteriori

Se si parla di sesso in auto non si possono trascurare i sedili posteriori, e in questa parte dell’auto è possibile sfruttare gli spazi in ampiezza, piuttosto che in profondità.
Lo spazio dei sedili posteriori non consente di praticare le classiche posizioni “distese”, come il celebre “missionario”, dunque è meglio optare per posizioni simili ma che richiedono un ingombro inferiore, come ad esempio quella in cui i due partner incrociano le gambe, facendo così l’amore con una posizione minuziosamente scritta nell’antica e famosa opera sanscrita del Kamasutra.
Lo spazio disponibile sui sedili posteriori, ad ogni modo, consente alla coppia di sbizzarrirsi, dunque in questo punto della macchina si possono praticare anche molte altre posizioni… non c’è che sperimentare!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*