Un weekend ad Amsterdam

Week End Amsterdam

Ecco un itinerario per visitare Amsterdam in un weekend e per riuscire a vedere il meglio della città. L’itinerario è stato creato supponendo l’arrivo ad Amsterdam il venerdì sera e che si riparta la domenica. Se il vostro viaggio non coincide con il fine settimana vi consigliamo di controllare i giorni di apertura e gli orari dei musei.

Giorno di arrivo
Se arrivate Venerdì sera ad Amsterdam la cosa migliore è fare una bella passeggiata nelle zone più famose della città. Dopo aver lasciato le valigie in hotel, dirigetevi fino a Piazza Dam, il luogo intorno al quale è stata costruita Amsterdam. Nella piazza potrete ammirare alcuni edifici storici tra cui il Palazzo Reale.
Incrociando il canale attraverso la via Damstraat arriverete fino al famoso Quartiere Rosso, il quartiere diventato noto a tutti per le ragazze in vetrina, potrete fare una passeggiata giusto per curiosità e proseguire per le vie del quartiere. All’interno del Quartiere Rosso troverete i Coffee Shops, bar in cui è legalizzata la vendita e il consumo di mariuana. Potrete trascorrere il resto della serata cenando in uno dei ristoranti della zona e bevendo qualche cosa in uno dei tanti locali lungola strada.

Primo giorno:
Il primo giorno potete dedicarlo alla visita della della Casa di Anna Frank, qui potrete conoscere la storia delle famiglie che si nascosero nelle pareti di questa casa per sfuggire alla persecuzione nazista.
Dopo aver visitato la Casa di Anna Frank, andate nella via Prinsengracht fino alla chiesa di Westerkerk. Salendo sulla torre potrete ammirare una delle migliori viste panoramiche della città a 85 metri di altezza.
Proseguendo nuovamente nella via Prinsengracht e svoltando a destra in Nieuwe Westerdokstraat arriverete fino alla Stazione Centrale. Di fronte alla Stazione potrete salire su una delle tante barche che offrono giri turistici sui canali della città, un modo originale per avere una prospettiva diversa della città di Amsterdam.
Dopo la gita in barca potrete proseguire per la via Oudezijds Voorburgwal per arrivare a Oude Kerk, una chiesa costruita nel 1302 considerata come l’edificio più antico della città. Lungo il tragitto potrete approfittare per mangiare qualche cosa nei tanti ristoranti e locali che troverete lungo la strada.

Terminata la vita alla chiesa potrete visitare il Museo Amstelkring, che si trova nella stessa via. L’incredibile chiesa clandestina che nasconde il piccolo edifico vi lascerà a bocca aperta.
Se vi è rimasto ancora un po’ di tempo usciti dal museo incrocerete il canale e il Quartiere Rosso. Dirigetevi nella Sint Antoniebreestraat e arriverete fino al Museo Rembrandt, ricreato nella stessa casa dove aveva vissuto l’artista.

Proseguite poi per la via Waterlooplein e poi per Staalstraat. All’incrocio con Muntplein arriverete fino al variopinto Mercato dei Fiori. Qui potrete passeggiare ammirando la incredibile varietà di fiori e potrete anche acquistare i bulbi dei famosi tulipani. Lasciandovi il mercato alle spalle proseguite per la via Singel per arrivare a Piazza Spui, un luogo ideale per prendersi un caffè rilassarsi e godersi la tranquillità del quartiere.
Prima di abbandonare questa zona, vi consigliamo di addentrarvi giusto per dare uno sguardo nel Begijnhof, un complesso di case eleganti creato nel 1346. Dopo aver visitato l’elegante quartiere dirigetevi nella via Leidsegracht e girate in Lijnbaansgracht per arrivare in Piazza Leidseplein, una delle zone più animate della città dove potrete cenare.

Secondo giorno
Oggi potrete dedicare la giornata alla visita di due Musei molto importanti di Amsterdam. la giornata comincia con una visita al Museo Van Gogh per scoprire il mondo intrigante in cui si trovava immerso il famoso pittore.
Terminata la visita, attraversando il parco Museumplein arriverete al Rijksmuseum, uno de migliori musei olandesi, famoso per l’impressionante collezione di quadri del secolo d’oro olandese.

In base al tempo che vi rimane, potrete fare una passeggiata per Vondelpark, uno spazio verde incredibile abitato da centinaia di specie animali e vegetali o visitare la Heineken Experience, qui potrete apprendere in un vero e proprio racconto storico il processo di fabbricazione della famosa birra.

Trova un hotel ad Amsterdam con sconti fino al 70%

Cosa bere e mangiare ad Amsterdam

La birra
La bevanda nazionale di Amsterdam è la birra, che è per gli Olandesi è un vero e proprio simbolo culturale. Una delle birre più famose è la Pils, una birra chiara molto schiumosa. Le marche più conosciute di Pils sono la Heineken e la Grolsch. Un altra birra che vi raccomandiamo è la Witbier, ha un aspetto biancastro e non è molto limpida e sono soliti servirla con una fetta di limone. Per chi preferisce le birre più dolci la soluzione migliore è optare per la Bokbier.

Alcuni piatti tradizionali Olandesi:
Patate: La patata è un alimento che troverete spesso ad Amsterdam, soprattutto per le strade troverete i chioschi dove vendono le patate fritte, che si servono in un cono di carta accompagnate da varie salse.
Maatjes haring: Le aringhe crude se vendono in molti chioschi lungo le strade, si mangiano con cipolle p cetriolini.
Kaas: I formaggi olandesi sono molto famosi, alcuni tra i più buoni sono il Gouda e l’Edam.
Bitterballen: Le bitterballen sono delle polpette fritte accompagnate da senape che si servono nei bar.
Hutspot: L’Hutspot è il piatto invernale di Amsterdam per eccellenza. Si tratta di uno stufato di carne con purè di patate e carote.
Erwtensoep: è il nome della zuppa di piselli tipica olandese

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*